23 marzo 2018 -

40° Cinéma Du Réel_Parigi 23 Marzo – 1 Aprile 2018_Presentazione

Che cos’è il reale? Cinema du réel ai nastri di partenza

Ai nastri di partenza la 40a edizione di Cinema du Réel che avrà luogo a Parigi da venerdì 23 marzo fino al 1° di Aprile, saranno tre luoghi di proiezione (Centro Pompidou, Luminor Hôtel de Ville, Forum des Images) per 10 giorni di festival con un pubblico che si aggira su una media di 25.000 spettatori ogni anno.
Quest’anno saranno in programma 150 film, 43 film in concorso, selezionati tra quasi 30.000 ricevuti quest’anno da 135 paesi diversi. Quattro saranno le sezioni competitive (Concorso internazionale, Concorso francese, Opere prime e Concorso cortometraggi). Undici saranno i lavori che comporranno la competizione internazionale (non ci sarà alcun film italiano), tra questi due film visti alla Berlinale: lo splendido Fotbal infinit del genio rumeno Corneliu Porumboiu sul calcio ma non solo e Minatomachi del documentarista giapponese Kazuhiro Soda, regista già apprezzato nella retrospettiva dedicatagli dal Festival dei Popoli l’anno scorso. Da segnalare anche L. COHEN di James Benning, colpevolmente perso in Forum Expanded a Berlino che, come si evince dal titolo, si annuncia un omaggio alla musica di Leonard Cohen.

Saranno undici anche i titoli del Concorso francese, si inizierà con La Telenovela Errante, il film del grande Raul Ruiz e Valeria Sarmiento. Sarà riproposto lo splendido L’Empire de la perfection di Julien Faraut, folgorazione berlinese su John McEnroe, e suscita molto interesse Western, famille e communisme di Laurent Krief, un film tra riflessione politica, cinema e vacanze. Tra gli altri film proiettati ci saranno notevoli lavori già visti in altri festival: Spell Reel di Filipa César Victory Day di Sergej Loznitsa e L’Héroïque Lande (la frontière brûle) di Nicolas Klotz e Elisabeth Perceval.

Ci saranno ben sei sezioni parallele: IIr/réel; Qu’est-ce que le réel? 40 ans de réflexions; Pour un autre 68; Shinsuke Ogawa & Ogawa Pro; In between: Tacita Dean; Séances spéciales. Imperdibili si annunciano le due retrospettive sul “Che cos’è il reale? 40 anni di riflessione” e la selezione “sull’altro 1968”, quello che dalla Francia si è espanso nel mondo. Quest’ultima retrospettiva è a cura di Federico Rossin ed è particolarmente interessante anche perché proprio quest’anno sono 50 anni dal maggio francese. Cinema du Réel festeggerà un doppio anniversario: i 40 anni del festival stesso e il mezzo secolo del ’68 parigino.

Per l’Italia sono stati selezionati Al di là dell’uno (Beyond the One) di Anna Marziano, in concorso tra le opere prime, e Monelle di Diego Marcon tra i cortometraggi. Da segnalare anche la la proiezione di Appunti per un’Orestiade Africana di Pier Paolo Pasolini nella retrospettiva Qu’est-ce que le réel ? 40 ans de réflexions. Ci saranno anche 3 mostre e come ogni anno molte anteprime, tributi e omaggi, installazioni, dibattiti, concerti, il tutto alla presenza di molti ospiti nazionali e internazionali. E sicuramente molti altri film da scoprire.

Claudio Casazza

Articoli correlati

BORMIDA (2018), di Alberto Momo di Erik Negro
NO INTENSO AGORA (2017), di João Moreira Salles di Erik Negro
UNAS PREGUNTAS (2018), di Kristina Konrad di Erik Negro
CANIBA (2017), di Lucien Castaing-Taylor e Véréna Paravel di Nicola Settis
MINATOMACHI - INLAND SEA (2018), di Kazuhiro Sôda, ovvero i Dieci Comandamenti per osservare e fissare su emulsione di Claudio Casazza
RIDE (2018), di Valerio Mastandrea di Marco Romagna